L’osteopatia

Fondata negli Stati Uniti d’America da un Medico chirurgo Andrew Taylor Still – a fine ‘800 – e basata su una conoscenza precisa e tradizionale della fisiologia e anatomia del corpo umano, l’Osteopatia favorisce la riduzione della sintomatologia dolorifica e l’integrazione funzionale del corpo, incrementandone lo stato di salute generale, attraverso la valutazione del sistema muscolo-scheletrico, viscerale, cranio-sacrale e fasciale del paziente e l’utilizzo di tecniche manuali non invasive.

Alcuni dei Disturbi trattabili col trattamento osteopatico:

  • Disturbi al sistema muscolo-scheletrico: cervicalgia, cervicobrachialgia, dorsalgia, lombalgia, sciatalgia, dolori vertebrali, articolari, costali e intercostali, distorsioni, sindrome da conflitto sub-acromiale, sindrome del piriforme, sindrome dello stretto toracico, dolori da traumi sportivi o incidenti stradali, colpi di frusta, ernie discali, dolori artritici, tendiniti, contratture, scoliosi, iperlordosi, ipercifosi, artrosi, problemi posturali.
  • Emicranie, cefalee e vertigini, asma e sindrome del tunnel carpale
  • Disturbi del sistema digestivo: acidità gastrica, reflusso gastroesofageo, ernia iatale, dolore addominale, colite, stipsi.
  • Disturbi al sistema circolatorio: quali problemi circolatori agli arti, congestioni venose o linfatiche.
  • Disturbi relativi a Orl (otorinolaringoiatria), quali rinite, sinusite cronica, otiti, vertigini, problemi di deglutizione.
  • Disturbi al sistema genito-urinario, quali amenorrea, sindrome post-partum, dolori mestruali.