Far Star Bene

Questo è ciò che mi ha spinto a scegliere di diventare Osteopata

Affascinato dall’approccio all’anatomia di A.T.Still, il fondatore dell’osteopatia, che diceva: “L’obiettivo del medico deve essere quello di trovare la salute. Tutti sono capaci di trovare la malattia!”.
Il percorso è stato lungo: 5 anni di studi full time e pratica intensi dopo il liceo, ore e ore di tirocinio, diversi corsi e ricerche in svariati settori sanitari e ospedali in Italia e all’estero (leggi qui i corsi), esame del registro degli Osteopati Italiani (R.O.I.).
E anche ora non ho abbandonato lo studio e mi impegno come assistente alla docenza in Osteopatia Strutturale e Mio-fasciale presso l’istituto Osteopatico Take Care di Milano, ne’ tantomeno l’aggiornamento continuo partecipando a nuovi corsi post-graduate e convegni ogni anno.

La continua ricerca della salute senza l’utilizzo intensivo di medicinali è al centro di ogni mio trattamento e studio. Infatti l’osteopata si avvale di metodiche esclusivamente manuali – niente farmaci quindi, né chirurgia – e tramite l’indagine palpatoria e la manipolazione di articolazioni, organi e tessuti, cerca di localizzare e trattare la causa del dolore, non di rado lontana dalla manifestazione del sintomo.

I principi dell’osteopatia

Unità del corpo
Come metodologia olistica (dal greco olos=tutto) l’osteopatia considera l’individuo nella sua globalità: ogni parte costituente la persona (psiche inclusa) è dipendente dalle altre e il corretto funzionamento di ognuna assicura quello dell’intera struttura, dunque, l’equilibrio psicofisico e il benessere.

Relazione tra struttura e funzione
Un corretto equilibrio tra struttura e funzione regala al nostro corpo una sensazione di benessere. Qualora tale equilibrio venga alterato (a causa di un trauma per esempio) si parla di disfunzione osteopatica, ossia di una restrizione di mobilità e perdita di movimento in una parte del nostro corpo (ossa, muscoli, organi, etc..).

Autoguarigione
In osteopatia non è il terapeuta che guarisce, ma il suo ruolo è quello di favorire la capacità innata del corpo ad auto curarsi.

Prendetevi tempo per prendervi cura di voi stessi.

Lavoro con un team di professionisti specializzati in diversi campi che mi permette il confronto con diverse figure mediche ed un’interdisciplinarietà che reputo fondamentale per il raggiungimento della salute del paziente.
|
Canottieri Olona 1894
Alzaia Naviglio Grande, 146 – 20144 Milano (MI)

Progetto MICO

A volte l’incremento dell’attività motoria, provoca maggiore frequenza di traumi. L’osteopatia per sportivi gioca un ruolo fondamentale nella prevenzione (evitare infortuni), cura di lesioni di natura muscolare o articolare e aumento delle prestazioni dello sportivo.

Polisportiva ORPAS